Edit Content
Click on the Edit Content button to edit/add the content.

FAQ'S

Stile e Tendenze

Tagliare i capelli può sembrare una cosa banale e scontata, che qualsiasi parrucchiere sa realizzare. Ma la scelta del taglio può davvero fare la differenza per valorizzarti al meglio. 

È stato dimostrato che la frequenza con la quale vengono lavati i capelli non influenza la produzione di sebo.

In ogni caso, il numero di lavaggi a settimana a cui vanno sottoposti i capelli va valutato a seconda della tipologia del capello stesso.

Per i capelli secchi o normali si consiglia almeno un lavaggio a settimana, mentre per i capelli grassi anche 2 o 3, a patto che si scelga la tipologia di shampoo più idonea al tipo di capello.

Nel caso in cui siano presenti doppie punte o di capelli danneggiati, è consigliabile spuntare i capelli, per rafforzarli o evitare che le doppie punte possano estendersi a tutta la lunghezza della chioma. È comunque raccomandabile rivedere il taglio per mantenere la forma e non appesantire la piega almeno ogni 60/90 giorni.

Erroneamente si tende a pensare di potere utilizzare una spazzola per tutti i tipi di capelli, ma così non è.

I capelli hanno bisogno di costante attenzione e cura per poter splendere al meglio, e la stessa attenzione e importanza che dedichiamo alla scelta dello shampoo e della maschera, la merita la scelta della spazzola.

La prima distinzione fondamentale va fatta sul tipo di spazzola da utilizzare sui capelli asciutti e sui capelli bagnati. Premettendo che è preferibile sempre pettinare i capelli da asciutti onde evitare di spezzarli, sotto la doccia, per pettinarli da bagnati, è consigliabile utilizzare un pettine dai denti larghi, partendo dalle punte e risalendo fino alle radici.

Ulteriore distinzione va quindi fatta per i capelli sottili e fragili, dove si consiglia una spazzola in legno dai dentini morbidi. Mentre per i capelli ricci, l’unico rimedio è un bel pettine a denti larghi usato sui capelli ancora bagnati!

Assolutamente no! Il cloro presente nelle piscine non è responsabile della caduta dei capelli. Questo non significa che non abbia effetti sulla nostra chioma: è sicuramente causa di un indebolimento del capello stesso e della formazione di doppie punte.

Come fare, dunque, per evitare gli spiacevoli effetti del cloro?

Sono molti i metodi per difendere i capelli dal cloro prima di immergerti in acqua, ad esempio, applica su tutta la lunghezza dei capelli uno spray o maschera a base oleosa, in grado di creare un film protettivo sui capelli e di proteggerli quindi dall’azione nociva del cloro.

Il ciclo vitale dei capelli è un argomento complesso, spesso poco approfondito, ma che vale la pena conoscere per comprendere a fondo le esigenze dei capelli e le cure necessarie.

Il ciclo completo può avere una durata variabile in base alla “posizione” dei capelli sulla testa: i capelli della sommità della testa e della nuca hanno una vita di 56 anni; quelli della fronte e delle tempie, invece, da 2 a 4 anni.

Al termine di questo periodo, il capello si stacca dalla papilla e cade. I capelli caduti sono rimpiazzati da nuovi capelli che hanno origine dalla stessa radice; i nuovi capelli dovranno essere ugualmente folti e raggiungere la stessa lunghezza di quelli vecchi.

FAQ'S

Colorazione

Prima di fare una tinta le paure e le perplessità sono sempre tante. In questa sezione troverete le risposte alle domande più frequenti in tema di colorazione capelli per togliervi ogni dubbio.

No, le tinte, se eseguite correttamente, non hanno conseguenze sulla chioma o sulla funzione del follicolo.

Scegliere la colorazione in salone implica ovviamente una spesa maggiore ma la qualità della tinta e il risultato del colore fatto in casa NON potrà mai apparire naturale, brillante e ben eseguito come quello di un parrucchiere professionista.

Inoltre, l’hair stylist è in grado d’individuare la tecnica migliore, il colore più adatto (in base all’incarnato e al colore degli occhi), e il trattamento post-colore perfetto.

Le tinte senza ammoniaca non sono permanenti, ma semi permanenti e vanno via con diversi lavaggi. Una tinta naturale al 100% non esiste e sono così definite perché non hanno ingredienti sintetici, ma l’ammoniaca è una sostanza presente in chimica e si utilizza anche per far lievitare i dolci per cui non dobbiamo temerla. 

La tinta ad henné viene spesso sminuita perché si pensa non possa essere abbastanza duratura nel tempo. Questo genere di tinta è semplicemente basata su una colorazione naturale fatta con un ingrediente o meglio pigmento naturale. Ci sono dei piccoli errori che possiamo fare che compromettono inconsapevolmente il risultato. Gli errori più comuni si commettono nelle modalità di applicazione e nella scelta sbagliata della tonalità in base al proprio colore naturale. Chiaramente questo tipo di colorazione non è adatta in presenza di una cospicua  quantità di capelli bianchi.

Si tratta di lavorazioni differenti con effetti diversi. Il tonalizzante serve a trovare il tono di colore giusto per la persona dopo che questa ha effettuato uno schiarimento. Ce ne serviamo per rimediare ad un tono non idoneo ma vicino a quello desiderato oppure inidoneo per la carnagione della cliente. Gli effetti luce sono dei colpi di sole, i famosissimi colpi di sole, chiamati anche shatush , balayage, meches, degradè e servono a dare movimento alla tua chioma.

Le tinte in gravidanza e in allattamento sono sconsigliate sia dal personale medico sanitario che dai parrucchieri in quanto contengono una serie di sostanze che possono far male al feto sia se respirate sia se appoggiate sul cuoio capelluto. Inoltre la pelle di una persona in gravidanza e di una puerpera è in continuo sbalzo ormonale. Questi ormoni in circolo vanno in contrasto con qualsiasi sostanza il corpo viene in contatto. L’unica cosa che si può fare eventualmente in gravidanza è la tinta con cartina a patto che non si tocchi il cuoio capelluto. I capelli bianchi non devono essere ricoperti alla radice, assolutamente. E la stessa regola vale anche per i colori naturali, henné e creme colorate.

FAQS

Wedding

La scelta dell’acconciatura sposa è uno degli aspetti più delicati da prendere in considerazione per il gran giorno: i capelli incorniciano il viso, ne esaltano i pregi, possono nascondere i difetti e soprattutto, con la pettinatura giusta, completano il look rendendolo perfetto. 

Minimo 6 mesi prima, ma per essere sicura di bloccare la data del tuo grande giorno l’ideale sarebbe 1 anno prima.

La durata della prova è di circa un paio d’ore, abbiamo bisogno del tempo necessarie per provare più soluzioni e trovare quelle più adatte.

Si, nel giorno del matrimonio il servizio completo si svolge presso il domicilio della sposa o in location, nel caso in cui la sposa decide di prepararsi li. Il servizio non è compreso di costi aggiuntivi per distanze superiori a 30 km.

Certo! E’ sufficiente comunicare qualche giorno prima il numero di persone e il tipo di servizi al fine organizzare al meglio lo staff.

Il servizio viene bloccato compilando una scheda con i dati del matrimonio ( data , orario , luogo , tipo di servizio ) e lasciando un acconto. Il saldo potrà essere effettuato prima o anche il giorno del matrimonio.

messaggio

Scrivici

Per maggiori informazioni sui nostri servizi ,fissare un appuntamento e per ricevere un preventivo, contattaci. Saremo lieti di poter soddisfare le tue esigenze.

Shopping cart

0
image/svg+xml

Nessun prodotto nel carrello.

Continua lo Shop
Home
Chi siamo
Team
Team
Shop
menu6
menu7
menu8

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus.

Our Contact

Condividi su

Condividi su Facebook
Condividi su Twitter
Condividi su Linkedim
Condividi su WhatsApp
Condividi su Telegram
Condividi via Email